Viaggio in India

Il Paese maggiormente popolato al mondo dopo la Repubblica Popolare Cinese è l’India. Una vacanza in questo meraviglioso luogo rappresenta una buona idea, in quanto si tratta di un territorio davvero incantevole.
In India, si respirano delle speciali atmosfere in grado di accontentare il turista che sta ricercando un momento di spiritualità e quello che ha bisogno di divertirsi.

Se c’è un Paese al mondo in cui la burocrazia è un’avventura quotidiana questo è l’India. Un assaggio, anche se non dei più indigesti, lo si può avere chiedendo un visto turistico. Che di per sé non necessita di troppi incartamenti come accade per altri Paesi, ma dà un’idea dei tempi indiani: per averlo servono almeno 10 giorni lavorativi.

I DOCUMENTI PER IL VISTO
Per richiedere un visto turistico per l’India è obbligatorio compilare un modulo online sul sito del governo indiano e prendere nota del numero di pratica da utilizzare per tutte le successive comunicazioni. Al momento di compilare questo modulo è necessario anche caricare una foto formato tessera (avendo cura che le dimensioni non siano superiori ai 300k). Una volta compilato il modulo, che chiede un itinerario di massima del vostro viaggio ma senza eccessivi dettagli, bisogna rivolgersi alle rappresentanze consolari indiani a Roma o Milano. La compilazione del modulo è gratuita e avviene solo tramite questo link https://indianvisaonline.gov.in/visa/, diffidate da agenzie o siti che vi chiedono un sovrappiù per la compilazione.

Nella capitale basta recarsi in Ambasciata (via XX settembre 5, tel. 06.4884642; www.indianembassy.it), mentre a Milano è necessario andare all’India visa center (via Marostica 24, tel. 02.48701173; www.indianvisamilan.com). Qui oltre alla stampata del modulo che avete precedentemente compiliato online dovete presentare due fotografie formato tessera, il passaporto con validità superiore ai tre mesi e con almeno tre facciate libere anche non consecutive. È bene sapere che se il passaporto è stato emesso da meno di 6 mesi è necessario allegare anche il vecchio. Il costo del visto turistico è 71 euro, che si possono pagare solo in contanti.

Vaccini

Ad oggi, se sei un viaggiatore italiano che vuole recarsi in India, non sei obbligato ad effettuare nessun tipo di vaccinazione. Detto ciò, rivolgiti comunque al tuo medico curante per valutare insieme a lui la necessità o meno  di effettuare vaccini contro l’epatite A e B, la difterite, il tifo, la polio, la tubercolosi e il richiamo antitetanico.

Inoltre tieni a mente che se decidi di visitare l’India tra giugno ed ottobre il rischio che tu possa contrarre la malaria, il dengue e il chikungunya aumenta notevolmente. Infatti nei mesi estivi l’India è colpita da violenti monsoni e tifoni che facilitano il moltiplicarsi delle zanzare, le principali portatrici dei virus sopra citati. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia quindi a tutti i viaggiatori che vogliono recarsi in India durante l’estate di effettuare il vaccino contro la meningite e l’encefalite giapponese e di sottoporsi alla profilassi contro la malaria.

Infine, se di recente hai effettuato un viaggio in Africa, America Latina, Papuasia e Nuova Guinea, devi dimostrare di esser vaccinato contro la febbre gialla.

Ti consigliamo di portare con te questi prodotti:

Garanzia per te

sito-web-legale

Pagamenti

Metodi di pagamento disponibili:
Bonifico bancario, contrassegno, Paypal e carte di credito ammesse o contanti per ritiro in sede.
available-credit-cards
Puoi pagare in contanti

Spedizioni

Metodi di spedizione disponibili:
GLS, SDA Express Courier, Poste Italiane, Fermo!Point.
available-shipping-methods

Comparatori e certificazioni

comparatore-1 comparatore-2comparatore-4Daasy Partnercomparatore-5



Serietà, esperienza e sicurezza su ePharmacy

Ordina su ePharmacy.it con fiducia, i nostri feedback parlano chiaro!

Spedizione entro 24 ore*

Spedizione gratuita per ordini superiori a 100 euro

*99% degli ordini processati